Come testare il proprio sito internet prima che la propagazione dei DNS sia terminata

  • KB Home
  • cPanel
  • Come testare il proprio sito internet prima che la propagazione dei DNS sia terminata
< Torna

File Host

Nel caso in cui si voglia testare il proprio sito internet con il nome di dominio per i siti come WordPress / Joomla / Magento, è possibile utilizzare un metodo di file host locale.

Windows

1. Individuare il file HOSTS sul computer. Tipicamente si trova in una delle seguenti directory:

Windows NT/2000/XP/2003/Vista/7 – C:\windows\system32\drivers\etc\hosts
Windows 95/98/Me – C:\windows\hosts

2. Aprire questo file con un editor di testo come Blocco note o Wordpad (nelle versioni successive di Windows, potrebbe essere necessario eseguire Notepad come amministratore per accedere al file.

3. Una volta aperto il file, si consiglia di eseguire un “Salva con nome” in modo da avere una copia originale del file che è possibile ripristinare in un secondo momento, vedrete due colonne di informazioni, la prima contiene gli indirizzi IP e la seconda  i nomi degli host. Per impostazione predefinita, un file di host di Windows dovrebbe essere simile al seguente:

127.0.0.1 localhost



Adesso possiamo aggiungere due righe con l’IP del nostro sito che punta al nostro dominio. L’IP vi verrà fornito nella mail di benvenuto:

127.0.0.1 localhost
X.X.X.X example.com
X.X.X.X www.example.com

4. Salvare le modifiche e riavviare tutti i browser attualmente aperti

5. Una volta riavviato puoi semplicemente navigare a www.example.com, quindi caricherai il tuo dominio, ignorando l’impostazione DNS corrente.

Mac

1.  Cercare Terminal con la funzione Spotlight, oppure andare in Applications -> Utilities -> Terminal.

2. Aprire il file host digitando sul Terminal la seguente sintassi:

$ sudo nano /private/etc/hosts
Digitare la password dell’utente quando viene richiesto.

3. Il file Hosts contiene alcuni commenti (righe che iniziano con il simbolo #), nonché alcuni mapping di hostname predefiniti (ad esempio 127.0.0.1 – localhost).

Basta aggiungere i nuovi mappatori sotto quelli predefiniti. O modificare uno dei valori predefiniti.

Puoi navigare nel file utilizzando i tasti freccia.

4. Al termine della modifica del file Hosts, premere control-o per salvare il file

Premere Invio sul prompt nome del file e control-x per uscire dall’editor.